molti ne soffrono senza saperlo 》

  • Share


Non sono poche le persone che soffrono di diastasi dei retti addominali, molti addirittura senza saperlo. È un problema che compare fisiologicamente nelle donne durante la gravidanza e che, con il tempo, può trasformarsi in una vera e propria condizione invalidante. Ma ne soffrono anche uomini e neonati. Cos’è la diastasi? Quali sono i sintomi e i possibili trattamenti? Troverete tutte le risposte che servono qui sotto.

Cos’è la diastasi dei retti addominali?

La diastasi addominale consiste in una eccessiva separazione delle parti destra e sinistra del muscolo retto addominale. Solitamente le persone nelle quali si manifesta maggiormente sono le donne in stato interessante e i neonati. Ma la diastasi può colpire anche gli uomini, per il sollevamento errato di un peso, per sforzi fisici eccessivi e ripetuti o per allenamenti troppo intensi. Seppur in minima percentuale, tra le cause della diastasi c’è anche una componente genetica. 

Un “problema” tipico del post partum

L’insorgenza più frequente si ha dopo il parto. Durante la gravidanza l’allontanamento dei retti addominali è un processo fisiologico e naturale, necessario per fare spazio all’utero che si espande con la crescita del feto. Di solito nel giro di qualche settimana tutto ritorna nella posizione originaria. Il tempo massimo a cui si fa riferimento sono 12 mesi dalla fine della gravidanza, ma se i muscoli non ritornano al loro stato di normalità è necessario intervenire. 

  • Share

Leave a Reply